LESIONE DEL MENISCO

  • Ottobre 5, 2020

Anche se non fai parte del mondo sanitario, sicuramente avrai sentito parlare almeno una volta di qualche amico o qualche parente che ha avuto un problema al menisco o ai legamenti crociati, dato che rientrano tra le strutture del nostro sistema muscolo scheletrico più soggette a traumi, e più trattate nei centri di fisioterapia.

Nel corso di questo articolo, partendo da alcuni semplici cenni di anatomia, analizzeremo: cosa sono i menischi e a cosa servono nel ginocchio, la sintomatologia in caso di patologia e il conseguente programma terapeutico per la riabilitazione.

COSA SONO I MENISCHI?

Il menisco è una struttura di tessuto connettivo fibroso. Ogni ginocchio è provvisto di due menischi:

  • il menisco mediale, 
  • il menisco laterale.

Il menisco ha la funzione di ammortizzare il carico e di ridurre gli attriti e l’usura dell’articolazione del ginocchio. 

A volte la lesione dei menischi è concomitante con quella legamentosa, come nel caso della “triplice lesione mediale” che coinvolge: menisco mediale, legamento crociato anteriore e legamento collaterale mediale.

QUALI SONO I SINTOMI PER LA LESIONE DEL MENISCO?

Il quadro sintomatico della lesione meniscale ha delle caratteristiche specifiche a seconda del livello in cui avviene la lesione e in base al tipo di menisco che è colpito (laterale o mediale). Ad ogni modo in ogni importante lesione meniscale abbiamo:

  • Dolore nella parte mediale o laterale del ginocchio,
  • Dolore al movimento del ginocchio, in particolare nel movimento di rotazione esterna o interna, nel movimento di massima flessione o di massima estensione

È importante sottolineare che non sempre la lesione meniscale è legata a un brusco trauma, ci sono molte condizioni in cui non c’è mai stato un evento importante a seguito del quale è iniziata la sintomatologia.

In molti di questi casi, una disfunzione di movimento, cioè un problema nel movimento dell’articolazione, se protratto nel tempo potrebbe dar luogo a degenerazioni meniscali atraumatiche. 

COME SI EFFETTUA UNA DIAGNOSI DI LESIONE MENISCALE?

La diagnosi per la lesione dei menischi viene eseguita prima da un punto di vista clinico mediante l’utilizzo di una batteria di più test provocativi. 

L’esito dei test insieme alla storia clinica del paziente permette di formulare un’ipotesi diagnostica di lesione meniscale. 

Questa andrà poi confermata mediante consulto specialistico e l’esecuzione di una  RMN (risonanza magnetica), l’esame più richiesto e specifico per questo caso.

QUALI SONO I RIMEDI PER LA LESIONE DEL MENISCO?

La lesione che riguarda il menisco, in base all’entità e alla sintomatologia clinica che evoca, può essere trattata in due modi:

  • Conservativo: fisioterapia
  • Invasivo: fisioterapia pre-operatoria, chirurgia, fisioterapia post-operatoria.

La fisioterapia è un elemento indispensabile in entrambi le condizioni.

LA FISIOTERAPIA PER UNA LESIONE DEL MENISCO

La fisioterapia conservativa si avvale dell’integrazione di:

  • Tecniche Manuali: che hanno l’obiettivo di migliorare il movimento articolare e dei tessuti molli;
  • Mezzi fisici ad alta tecnologia: come laserterapia, tecarterapia, correnti antalgiche, ultrasuono, crioterapia;
  • Esercizio terapeutico: ha lo scopo di recuperare la forza muscolare, e soprattutto il controllo motorio dell’articolazione. 
  • Esercizi di riatletizzazione: nel caso di lesione meniscale in un soggetto sportivo è fondamentale inserire a fine del percorso riabilitativo una serie di esercizi definiti sport-specifici per permettere alla persona di recuperare i livelli di performance atletica che aveva prima dell’infortunio. 

Una menzione a parte va fatta per la fisioterapia preoperatoria. Ormai sta diventando, per fortuna, sempre più comune affidarsi al fisioterapista per prepararsi all’intervento chirurgico. Questa scelta è importantissima perché è stato dimostrato con diversi studi scientifici che permette di:

  • Ridurre i tempi di recupero;
  • Ridurre le complicanze dovute all’operazione: minor gonfiore, minor dolore, minor limitazione del movimento dopo l’operazione;
  • Preparare il paziente non solo all’operazione, ma anche al percorso terapeutico che dovrà effettuare subito dopo.

Per approfondire: https://www.fisioterapiaitalia.com/patologie/ginocchio/lesioni-del-menisco-e-dei-crociati/

© LIFES fisioterapia 2020

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi